Ambiente

Home » Ambiente
PERCHE' IL LEGNOFALSI PREGIUDIZI E DOMANDE FREQUENTI.

 

Perche’ il legno

A partire dal 1700, e in modo più marcato dal primo dopoguerra, la casa in legno ha lasciato il posto a sistemi costruttivi in muratura e cemento armato che meglio rispondevano alla conquista degli spazi sempre piu congestionati delle città dove la gente si concentrava alla ricerca di un lavoro e di standard di vita migliori.

Oggi assistiamo al fenomeno opposto che vede l’abbandono da parte della gente delle grandi città sempre più inquinate e incapaci di far fronte alle crescenti necessità di qualità della vita.

Sull’onda del crescente interesse verso il mondo naturale, sano e sostenibile, oggi nel Nord Europa e in generale nelle aree socialmente piu evolute del nostro continente si riscontra un rinnovato interesse verso gli edifici con struttura in legno sia da parte di professionisti che di semplici cittadini desiderosi di migliorare le proprie condizioni di vita. Pertanto possiamo ritenere che tale rinnovato interesse verso questo tipo di costruzioni sia destinato a crescere nel tempo e quindi tenteremo di capire perché vivere in una casa in legno dà un senso di diffuso benessere difficilmente riscontrabile in altre costruzioni.

Abitare una casa in legno significa ritornare alle origini, riscoprire una tipologia costruttiva conosciuta sin dal Neolitico, significa valorizzare una risorsa che ci appartiene che ci aiuta a preservare e valorizzare le peculiarità del nostro territorio, dei suoi ecosistemi, delle sue bellezze e diversità biologiche.

Il legno è un materiale da costruzione non nocivo che si contraddistingue per le sue innumerevoli proprietà.

La casa in legno è il luogo più salubre e naturale per vivere e far crescere i propri figli.

E’ un materiale isolante naturale e una casa in legno offre risparmi energetici di circa i 50% rispetto alla stessa costruzione in cemento e muratura.

Ancora oggi la casa con struttura in legno è di gran lunga la più diffusa al mondo, negli Stati Uniti, in Canada e in Svezia il 90% delle case sino a 4 piani sono in legno, in Germania il 25%, nel Giappone, terra fortemente sollecitata dai terremoti, sono in legno il 58% delle abitazioni.

Le case in legno durano poco?

Per rispondere a questa domanda sarebbe sufficiente ricordare che la maggior parte delle più vecchie costruzioni presenti al mondo sono in legno: sono un esempio i templi giapponesi del VII secolo, le chiese norvegesi del XII secolo e, senza andare troppo lontano i granai, i rascard e i masi del primo medioevo presenti nelle nostri valli alpine.

Pertanto a qualsiasi latitudine e condizione climatica la casa in legno dimostra la sua resistenza e, come tutte le cose, può invecchiare bene se sottoposta a una semplice manutenzione.

Una casa in legno E-CO ha lo stesso grado di resistenza di una casa in mattoni od a ossatura in calcestruzzo armato.

Sono molti i fattori che rendono duratura una casa in legno: la nostra tecnologia, la qualita’ dei materiali utilizzati impermeabili ad agenti esterni ed una maggiore resistenza antisismica.

Il legno ripara dal freddo?

Il legno è già di per sé un isolante naturale e, se abbinato agli isolanti idonei, consente di realizzare pareti con una forte inerzia termica capaci di isolare dal freddo ma anche di ritardare la trasmissione del calore accumulato dalla struttura nei periodi estivi.

Prestazioni già elevate in termini di isolamento possono essere accresciute da una progettazione di qualità che preveda ad esempio l’impiego di serre solari con regolazione dell’irraggiamento solare capaci di accumulare calore gratuito in inverno e creare ambienti freschi e ventilati in estate.

Il legno isola dai rumori?

Per rispondere è indispensabile introdurre il concetto di rumore il quale si propaga per via aerea (voce e musica del vicino) e per contatto (vibrazioni e calpestio).

Per contrastarlo nelle strutture tradizionali si è sempre utilizzata una parete spessa con forte massa con risultati piuttosto grossolani.

Le strutture in legno invece, consentono di contrastare il rumore aereo con lo stesso isolante termico, il quale ha la capacità di assorbire la pressione sonora, mentre il rumore per contatto viene contrastato con strati di materiale resiliente interposto tra le strutture e capace di interrompere la vibrazione (fonte di rumore).

Le case di legno bruciano facilmente?

Le cause di incendio provengono da elementi presenti anche nelle case in muratura come impianti elettrici o arredi e accessori, tuttavia la struttura in legno resiste al fuoco più a lungo perché le travi consumano lentamente, mentre il cemento armato contiene l’acciaio che alle alte temperature si rilassa rapidamente e fa crollare la struttura.

La casa di legno deve per forza avere il legno a vista?

Le case in legno E-Co non vanno assolutamente confuse con le baite tipiche dei paesaggi alpini.

La struttura in legno a telaio o la struttura a pannelli in legno portanti possono essere rivestite con moderni sistemi a cappotto che,oltre a proteggere il legno consentono finiture superficiali ad intonaco o in altri materiali tradizionali.

La casa in legno necessita di manutenzioni particolarmente onerose?

Solo se lasciato a vista, in questo caso oggi esistono i trattamenti preservanti dati autoclave sotto pressione con prodotti naturali capaci di contrastare umidità e raggi ultravioletti. Con il cappotto a intonaco non esiste questo problema.

Le case in legno diventano un covo di parassiti?

No.

I tarli atteaccano il legno solo se questo ha un certo grado di umidita’. Il legno utilizzato per le case E-CO non soffre il problema di umidita’ e di conseguenza non e’ appetibile ai tarli

Dove il freddo e il basso tasso di umidità non sono tali da inibire l’azione di funghi e insetti si impiegano trattamenti funghicidi e insetticidi a base di sali di boro prima della messa in opera.

Pertanto è sufficiente utilizzare, in fase di montaggio legname essiccato (umidità inferiore al 20%), successivamente al montaggio la struttura è completamente racchiusa e protetta.

E’ possibile costruire una casa anche su terreno agricolo?

Dal punto di vista normativo le case in legno sono identiche alle case in muratura o a struttura portante in calcestruzzo armato.

Se la norma cogente urbanistica applicabile consente l’utilizzo dei terreni agricoli ( come ad esempio per gli imprenditori agricoli a titolo principale) sara’ possibile costruire anche su di essi.

Nella maggior parte dei casi si tratta di terreni edificabili.

Ci possiamo occupare insieme a te  o a fianco dei tuoi professionisti degli aspetti normativi e della predisposizione dei procedimenti amministrativi necessari per la realizzazione del tuo edificio.

La casa in legno e’ piu’ costosa delle case fatte con altre tecniche costruttive?

Assolutamente no. A partire dalla riduzione dei tempi di esecuzione che significa ridurre i costi di manodopera, per poi parlare della mancanza di attivita’ di demolizione per la parte impiantistica, e’ possibile proporre un ottimo rapporto qualita’/prezzo.

Il prezzo delle nostre case varia chiaramente in base alla tipologia  ed alle caratteristiche ma tutte hanno un vantaggio: il costo certo.

Si pensi poi che ci si avvarra’ di un importante risparmio energetico negli anni a venire, che consentira’ di abbattere ulteriormente i costi dell’investimento sostenuto per la costruzione.

In quanto tempo puo’ essere costruita?

In poche settimane siamo in grado di realizzare la struttura a rustico perche’ uno dei vantaggi piu’ importanti di una casa in legno e’ la velocita’ di realizzazione. Gli elementi costituenti il nucleo sono assemblati nella nostra officina con realizzazione puntuale, veloce e perfetta.

I tempi di consegna dipendono per larga parte dalla tipologia abitativa scelta e dalla finiture interne ed esterne della casa.

Non siamo fautori di una prefabbricazione “spinta”, in quanto gli elementi impiantistici possono essere realizzati durante il montaggio con la massima flessibilita’ e possibilita’ di eventuali varianti da parte del Committente senza costi aggiuntivi.

Nonostante cio’ le tecnologie utilizzate  “a secco” non richiedono tempi di asciugatura degli elementi che le compongono e non sono quindi necessari i tempi di pausa di una struttura tradizionale.

In pochi mesi la casa sara’ finita in tutte le sue parti e pronta a fornire tutto il comfort abitativo al committente che l’ha scelta.