Sistemi costruttivi

Home » Sistemi costruttivi
TELAIO E LASTRE PANNELLI MULTISTRATOCOPERTURE ISOLATE E VENTILATE

SISTEMA PER PARETI A TELAIO E LASTRE

Il sistema è costituito da un telaio portante in legno massiccio chiuso sui due lati da pannelli e l’intercapedine che ne risulta è riempita completamente con materiale coibente..

Struttura portante: I telai portanti sono generalmente in elementi di legno massiccio di dimensioni standardizzate (60×140, 60×160, 80×160). Il rivestimento/irrigidimento viene in genere realizzato all’esterno con tavole di legno disposte in diagonale, all’interno, con un pannello tipo OSB.

Comportamento statico: il sistema è resistente e dimensionalmente stabile, pur con un peso ridotto e con un adeguato incremento delle sezioni dei telai portanti rispetto alle dimensioni standard, può essere utilizzato senza problemi in edifici fino a 4 piani. La struttura va sempre rafforzata in presenza dei fori finestra con l’aggiunta di montanti ed architravi.

Isolamento termico: viene posto in opera nell’intercapedine fra le due lastre. Per ridurre il ponte termico dovuto alla struttura ed incrementare le proprietà isolanti della parete, può essere aggiunto un pannello isolante anche sul lato esterno. La finitura può avvenire con un intonaco traspirante sul pannello isolato esterno o con facciata ventilata. All’interno viene in genere prevista un’intercapedine per le istallazioni impiantistiche, che può essere riempita con materiale isolante; la finitura sul lato interno viene realizzata con pannelli in fibrogesso o cartongesso. Per un’efficace protezione termica estiva sono da preferire materiali isolanti con alta capacità termica, in grado di assicurare un buon sfasamento e smorzamento dell’onda termica.

Tenuta all’aria e diffusione del vapore: sul lato interno della parete, ossia sul lato caldo, dietro il piano per le installazioni, va collocato un telo con la funzione di freno alla diffusione del vapore: con la funzione di limitare il pericolo che l’aria umida condensi all’interno della parete danneggiando l’isolante. Sul lato freddo, invece, va posato un telo con la funzione di tenuta all’aria, per eliminare inutili perdite per ventilazione. E’ importante scegliere con attenzione i teli, in modo da evitare una costruzione impermeabile alla diffusione del vapore, ma comunque protetta contro una possibile penetrazione dell’aria e dell’acqua nella parete dall’esterno.

Messa in opera della struttura: in cantiere arrivano in genere le pareti già con inserito l’isolamento termico oppure i telai montati e chiusi da un lato. Le pareti vengono appoggiate su una guaina impermeabilizzante, per evitare l’umidità di risalita, e poi fissate alla base mediante angolari metallici. Il montaggio delle strutture in legno avviene generalmente secondo la tecnica del platform-frame, ossia procedendo piano per piano ed utilizzando il piano inferiore come piano di appoggio per la costruzione sovrastante. I basamenti o i piani interrati vengono sempre realizzati in cemento armato. Una volta chiuse le pareti è sempre necessaria un’accurata sigillatura all’aria di tutti i raccordi, mediante nastri auto espandenti e nastri adesivi a tenuta.

Strati funzionali parete con sistema a telaio e lastre
Parete Basic – P1B

Parete portante sistema costruttivo a telaio

 P1B--IMM
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)
1. Rasatura superficiale a base gesso2.Lastra in fibro gesso sp. 12.5

3. Intercapedine impianti costituita da orditura metallica

4. Pannello OSB 3 con nastratura

5. Pannello in lana di roccia densità media 40 kg/mc

6. Struttura a telaio in legno KVH 60*140

7. Tavolato in legno a 45°

8. Cappotto in lana di roccia densità 90 kg/mc con doppia rasatura superficiale e intonachino di finitura

E 0.33
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.030 9h 51′
U di progetto (W/mqK)
0.144
Parete ECO – P1E

Parete portante sistema costruttivo a telaio

 P1E--IMM
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)
1. Rasatura superficiale a base gesso2.Doppia lastra in fibro gesso sp. 20


3. Intercapedine impianti costituita da orditura in legno


4. Pannello OSB 4 con nastratura

5. Pannello in fibra di legno densità media 50 kg/mc

6. Struttura a telaio in legno KVH 60*140

7. Tavolato in legno a 45°

8. Cappotto in fibra di legno densità media 160 kg/mc con doppia rasatura superficiale e intonachino di finitura

E 0.33
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.021 13h 38′
U di progetto (W/mqK)
0.154
Parete FUTURA – P1F1

Parete portante sistema costruttivo a telaio

 P1F1--IMM
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)
1. Rasatura superficiale a base gesso2. Doppia lastra in fibro gesso sp. 20


3. Intercapedine impianti costituita da orditura metallica con interposto pannello in lana di roccia densità media 40kg/mc


4. Pannello OSB 4 con nastratura

5. Pannello in fibra di legno densità media 50 kg/mc

6. Struttura composta in legno KVH 60*280

7. Tavolato in legno a 45°

8. Cappotto in lana di roccia densità media 90 kg/mc con doppia rasatura superficiale e intonachino di finitura

E 0.33
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.003 19h 19′
U di progetto (W/mqK)
0.086
Parete FUTURA – P1F2

Parete portante sistema costruttivo a telaio

 P1F2--IMM
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)
1. Rasatura superficiale a base gesso2. Doppia lastra in fibro gesso sp. 20


3. Intercapedine impianti costituita da orditura metallica con interposto pannello in lana di roccia densità media 40kg/mc


4. Pannello OSB 4 con nastratura

5. Pannello in fibra di legno densità media 50 kg/mc

6. Struttura composta in legno KVH 60*280

7. Tavolato in legno a 45°

8. Cappotto in lana di roccia densità media 90 kg/mc9. Parete ventilata costituita da listelli in legno 60×4010. Lastra in fibrocemento

E 0.33
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.003 19h 29′
U di progetto (W/mqK)
0.085

SISTEMA PER PARETI IN PANNELLI MULTISTRATO DI TAVOLE INCROCIATE (X-LAM)

I sistemi massicci in legno sono caratterizzati, a differenza dei sistemi leggeri a telaio, dalla separazione fra la struttura portante e lo strato di isolamento termico..

Struttura portante: gli elementi portanti sono ottenuti dall’incollaggio di tavole di legno a strati incrociati in numero variabile, generalmente dai 5 ai 7. Le tavole, generalmente in legno di conifere, vengono essiccate meccanicamente e quindi giuntate di testa ed incollate. Per l’incollaggio si utilizzano collanti a base di melammina (con contenuto ridotto di formaldeide) o di poliuretano (esenti da formaldeide). Le tavole disposte in modo incrociato rendono il pannello particolarmente stabile dimensionalmente.

Comportamento statico: i pannelli funzionano come setti, ossia possono essere sollecitati sia nel loro piano, che perpendicolarmente ad esso. Per edifici fino a 3 piani sono sufficienti dal punto di vista statico spessori di parete che non superano i 10cm. Il sistema è particolarmente flessibile in quanto permette di realizzare qualsiasi forma, anche leggermente curvata, e di aprire fori senza dover intervenire con elementi strutturali suppletivi.

Isolamento termico: è sempre posto all’esterno quindi separato dal piano della struttura portante. Questo permette di sfruttare appieno la struttura in legno come massa d’accumulo interna e quindi contribuire ad una soddisfacente protezione termica estiva. I materiali impiegabili per l’isolamento esterno sono molteplici: per un corretto comportamento termo igrometrico vanno preferiti materiali permeabili alla diffusione del vapore, quali fibra di legno o sughero, mentre vanno evitati gli isolanti di origine sintetica. La finitura esterna è generalmente realizzata con intonaco traspirante o con una facciata ventilata.

Sistema costruttivo a X-lam Tenuta all’aria e diffusione del vapore: il pannello di tavole incollate in genere funziona già come freno vapore e di tenuta all’aria, ma è consigliabile in ogni caso l’uso di teli con funzione specifica. La tenuta   all’aria va comunque garantita nelle giunzioni fra i pannelli e gli altri elementi costruttivi (finestre, tetto, primo solaio, ecc.)mediante nastri incollati e nastri auto espandenti. All’interno il sistema viene in genere  completato con un rivestimento in cartongesso fissato ad un’orditura di listelli per realizzare un intercapedine per le installazioni impiantistiche.

Messa in opera della struttura: i pannelli vengono realizzati generalmente con un’altezza pari a quella di piano e con già ritagliati i fori per finestre e porte. Una volta in cantiere le pareti vengono appoggiate   su una guaina impermeabilizzante, per evitare l’umidità di risalita, e poi fissate alla base mediante angolari metallici. I tempi di lavorazione sono generalmente più corti rispetto al sistema a telaio.

Strati funzionali parete con sistema a pannelli di tavole incrociate
Parete XBASIC – XP1B

Parete portante sistema costruttivo in xlam

 XP1E---IMM
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)
1. Rasatura superficiale a base gesso

2. Llastra in fibro gesso sp. 12.5

3. Intercapedine impianti costituita da orditura metallica

4. Parete multistrato x-lam sp. 94

5. Cappotto in lana di roccia densità 90 kg/mc con doppia rasatura superficiale e intonachino di finitura

E 0.33
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.103 8h 2′
U di progetto (W/mqK)
0.298

 

Parete XECO – XP1E

Parete portante sistema costruttivo in xlam

 XP1E---IMM
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)

1. Rasatura superficiale a base gesso

2. Llastra in fibro gesso sp. 20

3. Intercapedine impianti costituita da listelli in legno con interposto pannello in fibra di legno densità media 50 kg/mc

4. Parete multistrato x-lam sp. 94

5. Cappotto in fibra di legno densità media 160 kg/mc con doppia rasatura superficiale e intonachino di finitura

E 0.33
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.037 11h 46′
U di progetto (W/mqK)
0.245
Copertura BASIC OLD – C1B

Isolata in estradosso e ventilata

 C1B---Copertura-Basic_old
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)

1. Puntoni in legno lamellare piallati e trattati a vista con sezione media pari a 10×20

2. Tavolato continuo in tavole di legno sp. 20 mm giunto M+F con impregnatura a base acqua

3. Telo con funzione freno al vapore posato a secco con opportune sovrapposizioni e nastratura dei giunti

4. Pannello in lana di roccia  sp.12 cm densità media 150 kg/mc

5. Pannello in lana di legno mineralizzata sp. 2 cm densità media 500 kg/mc

6. Telo di protezione traspirante e impermeabile con nastratura dei giunti

7. Strato di ventilazione sotto tegola costituito da listelli distanziali sovrapposti all’isolante

8. Listello portategola

9. Manto di copertura ad elementi discontinui

E 0.30
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.141 7h 17′
U di progetto (W/mqK)
0.235
Copertura ECO – C1E

Isolata tra le travi e ventilata

 C1E---Copertura-Eco
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)
1. Rasatura superficiale a base gesso2. Lastra in fibro gesso sp. 10


3. Orditura metallica per fissaggio fibro gesso


4. Pannello OSB 3 con nastratura


5. Puntoni in legno lamellare piallati e trattati, sezione media pari a 10×20 con interposto pannello in fibra di legno densità media 50 kg/mc

6. Tavolato continuo in tavole di legno sp.20 mm con giunti a maschio e femmina

7. Pannello in lana di legno mineralizzata sp. 20 densità media 500 kg/mc


8. Telo di protezione traspirante e impermeabile con nastratura dei giunti9. Strato di ventilazione sotto tegola costituito da listelli distanziali sovrapposti all’isolante10. Listello portategola11. Manto di copertura ad elementi discontinui

E 0.30
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.017 16h 10′
U di progetto (W/mqK)
0.147
Copertura FUTURA – C1F

Isolata tra le travi e ventilata

 C1F---Copertura-Futura
Stratigrafia elementi strutturali Zona Climatica U DGR n. 46-11968 del04-08-2009 (W/mqK)
1. Rasatura superficiale a base gesso2. Lastra in fibro gesso sp. 10


3. Orditura metallica per fissaggio fibro gesso con interposto pannello in lana di roccia sp. 50 densità media 40 kg/mc


4. Pannello OSB 3 con nastratura


5. Puntoni in legno lamellare piallati e trattati, sezione media pari a 12×24 con interposto pannello in fibra di legno densità media 110 kg/mc

6. Tavolato continuo in tavole di legno sp.20 mm con giunti a maschio e femmina

7. Pannello in lana di roccia sp. 60 densità media 150 kg/mc


8. Telo di protezione traspirante e impermeabile con nastratura dei giunti9. Strato di ventilazione sotto tegola costituito da listelli distanziali sovrapposti all’isolante10. Listello portategola11. Manto di copertura ad elementi discontinui

E 0.30
U Periodica (W/mqK) Sfasamento (ore)
0.002 20h 49′
U di progetto (W/mqK)
0.101